CITTA' DI COSA

A pochi chilometri da Orbetello ed affacciata sui panorami della costa diAnsedonia, Cosa è un’antica città di origine romana.

Fondata nel 273 a.C., si colloca all’interno della celebre località turistica di Ansedonia, a pochi chilometri dal borgo di Orbetello e dalla sua laguna, la città romana dista da Saturnia, 40 minuti circa.

La città venne fondata in un luogo strategico sotto il profilo commerciale, per la vicinanza al mare, originariamente la città presentava una fitta rete di vie di comunicazione e strade, con quartieri ben definiti e si divideva in due aree principali:

– l’Acropoli, ovvero la zona dedicata ai riti sacri ed alle funzioni religiose

– il Foro, il cui scopo era quello di accogliere l’attività politica della comunità di Cosa

Importante era il porto della città Romana, sulla spiaggia venne infatti edificato il Portus Cosanus, al quale furono aggiunte, intorno al I secolo a.C, altre costruzioni, quali ad esempio moli e frangiflutti, alle spalle del porto si trovava inoltre il Lago di Burano, che inizialmente venne impiegato per allevare i pesci.

Dopo crollo dell’Impero Romano la città di Cosa cominciò a subire un lento ma inesorabile declino, nel corso del Medioevo vide infatti la presenza di popolazione e vi fu edificato un insediamento militare, ma successivamente a questo episodio fu progressivamente abbandonata.

Oggi si presenta come uno dei siti archeologici di maggiore importanza della Maremma, un luogo da scoprire per rivivere la storia antichissima di questo territorio, la gloriosa storia del popolo romano, unendo al fascino della storia anche l’incanto della natura, che qui spazia dalle colline fino al mare del Tirreno, con la costa di Ansedonia, preziosa località marittima.